Consolidamento e risanamento conservativo e ambientale dell’Arco Naturale

Vuoi avere maggiori dettagli sul progetto? Contattaci subito

Contattaci

Il servizio attiene alla progettazione degli interventi di consolidamento, risanamento conservativo e ambientale dell’Arco Naturale di Palinuro nel Comune di Centola, previsti nell’Accordo di Programma tra Regione Campania, Autorità di Bacino Regionale di Campania Sud ed Interregionale per il bacino idrografico del fiume Sele, il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, il Comune di Camerota ed il Comune di Centola.

Il progetto definitivo è stato redatto nell’ambito del Concorso internazionale di progettazione in due gradi, di cui la Gamma ingegneria soc.coop. è risultata vincitrice in qualità di capogruppo mandataria in RTP, aggiudicandosi il successivo livello di progettazione esecutiva.

L’Arco Naturale di Palinuro rappresenta uno dei più famosi ed interessanti morfotipi costieri dell’Italia

Meridionale, censito tra i siti Patrimonio dell'Unesco; un elemento unico e caratteristico di un paesaggio ricco di eccellenze ambientali e storiche che si sviluppano dal Capo Palinuro a Punta Infreschi.

La particolare formazione geomorfologica e l’esposizione agli agenti naturali hanno determinato una continua mutazione del sito, a causa della quale la struttura appare a terra nelle immagini degli anni ’60, in acqua negli anni ’90 ed ancora a terra nella condizione attuale.

L’intero ambito è sottoposto ad un complesso sistema di azioni erosive e marittime che, nel tempo, hanno prodotto frequenti episodi di crolli di blocchi lapidei, minando l’integrità strutturale del complesso roccioso e la fruibilità dell’area.

Gli interventi di progetto perseguono gli obbiettivo di consolidare il valore ambientale e paesaggistico dell'Arco Naturale, ripristinare la fruibilità della spiaggia e delle aree a mare; proteggere dai fenomeni di erosione costiera; rinaturalizzare e conseguire la messa in sicurezza idraulica dei territori adiacenti alle aree di foce Mingardo.

Lo sviluppo della progettazione ha previsto una preliminare fase di approfondimento del complesso regime vincolistico che insiste sull'area, della strumentazione urbanistica esistente e delle peculiarità paesaggistiche e floro-faunistiche che caratterizzano il sito. A tale studio sono seguite le campagne di rilievi, che hanno permesso di acquisire una profonda conoscenza dei luoghi, e di indagini geologiche, geomeccaniche ed idrogeologiche, sulla scorta delle quali è stato costruito il modello geotecnico di base per la progettazione.

L'intervento è stato, pertanto, suddiviso in: opere di consolidamento dei costoni ed opere di mitigazione dell'impatto marino.

Gli interventi di consolidamento si differenziano e si caratterizzano a seconda delle caratteristiche specifiche delle sotto-aree comprendendo opere di: pulizia e disgaggio dei blocchi lapidei instabili, realizzazione di chiodature, posa di reti tridimensionali ad alta resistenza, ovvero posa di reti metalliche a doppia torsione rinforzate con funi in acciaio zincato e, infine, realizzazione di un rilevato paramassi nella porzione di arenile immediatamente sottostante il costone adiacente l'Arco.

Gli interventi di mitigazione del moto ondoso, invece, prevedono la realizzazione di una barriera sommersa, opere di ripascimento artificiale e posa di reef-ball atti a favorire il ripopolamento della fauna ittica.

Il progetto, inoltre, include interventi naturalistici e di mitigazione delle opere geotecniche.

Il servizio comprende anche il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione che, attesa la complessità dei luoghi e la necessità di limitare l'impatto delle lavorazioni, ha richiesto di approfondire soluzioni di dettaglio per l'allestimento delle fasi di cantiere, l'approvvigionamento dei materiali, la realizzazione dei lavori in quota e la mitigazione dell'impatto ambientale delle lavorazioni previste.

La progettazione è stata eseguita da un team di lavoro costituito da diversi professionisti coordinati dalla Gamma Ingegneria soc. coop. che, in qualità di capogruppo mandataria del RTP, ha svolto il ruolo di integrazione delle competenze specialistiche. Il gruppo ha partecipato attivamente ai Tavoli Tecnici organizzati dagli Enti al fine di assicurare il coordinamento delle attività programmate in fase di progettazione ed esecuzione delle opere, la tempestiva condivisione delle scelte e l’ottimizzazione degli iter burocratici ed approvativi.


Gruppo

Gamma Ingegneria soc. coop.: progettazione strutturale, coordinamento della sicurezza ed integrazione competenze specialistiche
Teknion s.r.l.: progettazione geotecnica
Arch. L. Esposito e Arch. B. Bove: progettazione architettonica
Ing. M. Pollice: progettazione marittima
Dott. For. S. Mastrullo: progettazione ambientale
Geol. U. Del Vecchio: indagini e geologia
Ing. A. Capobianco: progettista giovane professionista
Ing. M. Danzi (Geofotogrammetrica srl): rilievi laser scanner e fotogrammetrici con sistema APR
l’Ing. R. Castelluccio e l’Ing. M. Buccino: consulenza scientifica
dott. R. Strada: consulenza per ambiente marino Ing. G. D’Antonio: consulenza ingegneria marittima

Ti è piaciuto il progetto e vuoi saperne di più?

Compila il form e verrai ricontattato da un nostro operatore.

Il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell'informativa sulla privacy fornita da Gamma Ingegneria ai sensi del Regolamento Ue 2016/679 (GDPR) e di dare il consenso al trattamento dei propri dati personali per i trattamenti necessari e l'erogazione dei servizi richiesti.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali